Verona città - Destination Verona
SCOPRI LA CITTÀ

La città di

Verona

Verona è una delle città più famose al mondo, sia per la sua storia sia per la sua bellezza, oltre ad essere la città simbolo dell’amore.

Se ne innamorò anche Dante Alighieri che fu ospite dei Signori di Verona, gli Scaligeri, per più volte tra il 1303 e il 1320.

Ogni giorno, turisti provenienti da tutto il mondo rimangono estasiati dalla meraviglia del centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. La sua ampia e variegata architettura abbraccia il fiume Adige, le grandi piazze e le caratteristiche vie piene di vita e di negozi di lusso, ma non solo, Verona città d’arte offre numerosi spunti culturali dalla ricca scelta di musei da visitare alla grande proposta di spettacoli ed intrattenimento da cui lasciarsi tentare.

Una città magica in cui arte, storia e cultura si uniscono per regalarvi meravigliosi ricordi.

Partendo da Piazza Bra, centro nevralgico di Verona che ospita diversi locali, troviamo il “Liston” ampio spazio che vanta ben quattro secoli di storia per definire il suo assetto odierno e i cui palazzi sono di prestigiosa fattura, si veda il bellissimo Palazzo degli Honorij, la cui costruzione risale alla metà del cinquecento, opera dell’architetto veronese Michele Sanmicheli. Sul Liston sono numerosi i caffè e i ristoranti in cui pranzare e bere, stando seduti comodamente all’esterno, all’ombra delle coperture realizzate dal celebre maestro Franco Zeffirelli con l’incredibile opportunità di ammirare la splendida Arena di Verona, Palazzo Barbieri - edificio ottocentesco ora sede del Comune - e la Gran Guardia imponente edificio del Seicento.

Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide Slide
 

L’Arena di Verona, emblema indiscusso della città (insieme alla casa di Giulietta), regala incredibile gioia e stupore a chiunque la guardi. Punto di riferimento per il mondo dello spettacolo, l’Arena accoglie migliaia di spettatori attratti da grandi eventi e concerti, come il Festival Lirico. L’anfiteatro romano è stato realizzato in marmo rosso di Verona, una pietra reperibile nella Valpolicella, splendida zona collinare situata a nord-ovest di Verona, rinomata da sempre per la ricchezza della sua terra e soprattutto fin dall’epoca romana per la viticoltura.

Imboccando Via Mazzini, da percorrere alzando lo sguardo per non perdere di vista i meravigliosi edifici storici, si arriva in Piazza delle Erbe. Costruita sull’antico Foro Romano, è la piazza più antica della città e ospita la vivace vita quotidiana dei veronesi, abbracciandola con una grande varietà di stili e storia.

Il rito dell’aperitivo si svolge tra il Palazzo della Ragione, la Torre dei Lamberti, le case dei Mazzanti, Palazzo Maffei e la Domus Mercatorum, antica sede della Camera di Commercio. Al centro della piazza troviamo la meravigliosa Fontana di Madonna Verona (nome dato dalla contrazione della parola latina mea domina, mia signora), monumento amato dai veronesi che simboleggia la città stessa, la statua regge un cartiglio in rame con la seguente iscrizione: “EST JUSTI LATRIX URBS HAEC ET LAUDIS AMATRIX” ossia "è città che dispensa giustizia ed ama la lode”.

In prossimità di Piazza delle Erbe incontriamo la Torre dei Lamberti il salotto più alto di Verona in grado di offrire ai propri visitatori un panorama a 360 gradi dell’intera città. La costruzione di questa torre medioevale di 84 metri è iniziata a partire dal XII secolo per poi protrarsi nel tempo. L’orologio è stato collocato nel Settecento.

A pochi passi da Piazza delle Erbe si trova la famosa casa di Giulietta - protagonista di quella che è forse la più importante tragedia di Shakespeare - luogo simbolo della storia d’amore più dolorosa e conosciuta al mondo. Un’incantevole facciata in stile gotico conduce al cortile interno del palazzo, in cui si può ammirare la statua di bronzo di Giulietta e il celebre balcone, dal quale - leggenda vuole - Giulietta ascoltò le dichiarazioni d’amore del suo Romeo.

Vicino a Piazza delle Erbe è possibile anche visitare le Arche Scaligere, complesso funerario gotico dedicato all’importante famiglia degli Scaligeri che regnò a Verona per centoventicinque anni, dal 1262 sino al 1387.

Lungo le rive del fiume Adige sorge, invece, l’imponente Castelvecchio, edificio medievale della città costruito nel XIV secolo. Castelvecchio racconta una Verona fiabesca ed è uno dei Musei Civici veronesi, interessante da ammirare e visitare.

Sempre lungo l’Adige, ai piedi del Colle San Pietro, si affaccia il Teatro Romano. L’antico teatro del I secolo A.C., recuperato nella seconda metà dell'Ottocento, che ogni estate ospita il festival dedicato al teatro shakespeariano.

Castel San Pietro, sull’omonimo colle, è raggiungibile con una funicolare che lascia ai visitatori la possibilità di gustare un’incredibile vista della città. Dopo diverse vicissitudini il Castello è stato trasformato nell’ottocento in una caserma militare.

Lasciandosi il centro di Verona alle spalle, si raggiunge la Basilica di San Zeno, Chiesa dedicata al vescovo di Verona. La Basilica è uno dei più incredibili esempi di architettura romanica. Nota per costudire il corpo stesso del Santo, l’interno della chiesa è ricco di arte, dipinti e sculture. La più conosciuta tra tutte è la Pala di San Zeno di Andrea Mantegna, rappresentante la prima “sacra conversazione”, con al centro la Madonna col Bambino.

Nei secoli, per difendersi da nemici e conquistatori, a Verona fu costruito un importante sistema murario difensivo, formato da mura, torri, porte e forti. Dal centro di Verona di possono ammirare, e percorrere grazie a itinerari guidati, i resti delle mura romane e l’intatta muraria scaligera caratterizzata da merlature e torri sopravvissute alle ingiurie del tempo. Alcune delle mura di Gallieno sono state invece inglobate dagli edifici.

Oltre alla vista, la città di Verona è in grado di soddisfare anche olfatto e gusto: il territorio veronese, infatti, è famoso per i suoi vini e le sue specialità gastronomiche. All’interno della città si possono trovare numerosi locali in cui gustare ottimi vini della Valpolicella, del Soave, della Valdadige, del Garda e del Custoza oltre a osterie in cui si possono assaporare i piatti tipici della tradizione veronese, come il bollito con la Pearà, il risotto al Tastasal o i tortellini di Valeggio.

 

Open to your Passions

PARTECIPA AL CONCORSO
Italiano